mercoledì 20 maggio 2015

LA CASALINGA DI VOGHERA...



 Foto Giovanna Dal Magro
…è più apprensiva della chirurga di Siracusa sua coetanea? Per quel che riguarda il comportamento con il proprio pet in vacanza, la latitudine del luogo dove si vive, l’occupazione, il titolo di studio sono ininfluenti. Quello che fa la differenza è l’età e lo stato di famiglia. E per le padrone di cani, la dimensione. Da uno studio di Squadrati, società di ricerche e tendenze di mercato, su un campione di 600 persone,                  
è emerso che gli italiani sono   
piuttosto preoccupati 
quando viaggiano con l’amico peloso. Le donne più degli uomini e anche chi ha una famiglia numerosa. I meno apprensivi sono  donne e uomini sopra i 55 anni. Chi ha un gatto si preoccupa più di chi ha un cane, e tra questi il primato dell’ansia va ai proprietari degli extrasmall. Le preoccupazioni 
derivano dagli aspetti organizzativi della vacanza: per il 70% la ricerca del mezzo di trasporto, per il 69% quella del luogo pet friendly dove soggiornare, per il 62% quella di ristoranti e spiagge attrezzate.  Il 76% teme il malessere occasionale, il 63% i pericoli da incontri con altri animali, contagi ecc, il 63% la malattia improvvisa. Sono in molti a chiedere area di sosta in autostrada (83%) e strutture più adatte  (82%). La vacanza che dà meno preoccupazioni  è in camper, mentre la più ansiogena è nel villaggio turistico. Ben il 71% degli intervistati si dichiara preoccupato di non riuscire a trovare un veterinario sul luogo di vacanza. E nonostante tutte queste ansie, curiosamente, solo il 30% degli italiani chiede consiglio al veterinario prima di partire. Da qui l’idea di #estateinsieme, la campagna di Royal Canin per far capire l’importanza di una visita di controllo alla vigilia della vacanza. L’iniziativa, in collaborazione con ANMVI Associazione Nazionale Medici Veterinari ed ENPA Ente Nazionale Protezione Animali, è collegata a un concorso a premi, iscrivendosi al quale si contribuisce a donare un pasto ai cani e ai gatti nelle strutture ENPA. 

3 commenti:

  1. E quanti padroni si organizzano, come l'Espanet e la Terzoli, per andare in vacanza insieme, in modo che anche i loro cani stiano insieme e si facciano compagnia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso rispondere per conflitto di interessi.

      Elimina
  2. Posso mandare anche Rufus in vacanza con voi? Poverino ci terrebbe tanto!

    RispondiElimina